FANDOM


Dishonored icon renderDishonored Il Pugnale Di Dunwall icon render

Arnold Timsh è stato un nobile sotto al comando di Hiram Burrows, era lo zio di Thalia Timsh.

Biografia

Un avvocato di professione, Timsh lavorava come barrister marittima di Dunwall. Egli in particolare ha fornito Bundry Rothwild con la sua licenza di caccia alle balene e tracciato con l'uomo d'affari di vendere una parte della fornitura del Mattatoio Rothwild di olio di balena, violando il divieto del Lord Reggente sulla sua vendita. È stato elevato alla posizione della Città del barrister da Hiram Burrows dopo la morte dell'imperatrice Jessamine Kaldwin per servire da collegamento tra il governo e le morti contagiose della Guardia Cittadina. La sua posizione è stato creata al fine di ripristinare le attività valutate lasciati dalle vittime del Peste dei Ratti a loro parenti, o nel caso in cui non c'era nessuno lasciato a cogliere loro per il governo. Un audiografo trovato nell'ufficio di Timsh nella sua tenuta rivela che spesso abusa della sua potenza, il sequestro di proprietà delle famiglie che non erano vittime della peste e spartisce ai suoi amici e colleghi di lavoro. Ha personalmente l'immunità da sequestro dei beni tramite un decreto del Lord Reggente, che tiene con se in ogni momento.

Arnold una volta sapeva che Delilah Copperspoon ed era profondamente innamorato di lei, scrivendo di lei come il benefattore della volontà di sua madre e compromettere la salute della donna malata a beneficio di Delilah. Ha anche nominato una nave dopo il suo, che ha poi venduto a Bundry Rothwild dopo che Delilah scomparve dalla sua vita. Nonostante il suo profondo amore per Delilah, Thalia suggerì anche che Timsh la temeva, e lui è ancora ossessionato dai suoi anni di memoria dopo la sua scomparsa.

Delilah sfrutto i dipinti di Timsh per possederlo, con l'avvocato come un banco di prova per i futuri tali rituali.

A condizione che non è stato assassinato, Timsh poi va in prigione. Durante la sua prigionia Timsh è completamente delirante per la sua situazione. Egli minacciò le guardie con ciò che sente è la sua posizione di potere e di autorità e può essere sentito urlare, "Nessuno di voi può capire che cosa posso fare per te. E' quasi ridicolo non è vero? Quando si pensa a questo proposito? Si sta firmando la propria condanna a morte." Egli minaccia anche di aggiungere nomi particolari delle guardie per una deposizione autenticata e firmata, che ha evidentemente mandato a dire all'ufficio del Lord Reggente. Egli insiste sul fatto che c'è stato un terribile errore e che, una volta chiarito che otterrà il controllo di metà della città.

Vedi altro